Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per mostrare servizi in linea con le tue preferenze. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Per avere maggiori informazioni clicca quì. Per non vedere più questo messaggio clicca sulla X.

IL BONUS BEBE'

Un aiuto in più per gli associati. Situazione nascite in netto calo. Sempre meno  culle nelle case italiane.

 

Da sempre l’obiettivo di Ecomap è quello di sostenere la categoria offrendo prestazioni tra le migliori sul mercato.

L’Ente si rivolge al socio nella sua interezza, guardando ad esso come lavoratore ma ancor prima come persona con necessità quotidiane ed inserita in un nucleo familiare.

Per questo sono nate prestazioni come quella del bonus bebè, che da oltre 15 anni supporta le nuove famiglie che si stanno formando e quelle che si stanno ampliando.

Il socio Ecomap con un figlio appena nato o adottato legalmente può contare su un contributo di € 500.00, un aiuto a disposizione di tutti gli iscritti in regola con le contribuzioni.

Solo nel 2014 per il bonus maternità/paternità sono stati erogati oltre 300.000 euro. I numeri fanno capire quanto la categoria apprezzi questo speciale supporto e contribuiscono a dare il giusto slancio alla Cooperativa nel continuare a cercare le prestazioni migliori da offrire ai suoi soci.

 

A questo punto apriamo una breve parentesi riguardo alle nascite nel nostro paese.

La ben nota situazione in cui attualmente il Paese si trova non risulta certo incoraggiante per le coppie in cerca di famiglia ed i motivi che “ostacolano” chi vuole allargare il nucleo familiare sono molteplici.

Primo fra tutti vi è di certo la disoccupazione che impedisce di fare progetti e di pensare al futuro con serenità; la mancanza di lavoro e di conseguenza di una stabilità economica conta enormemente poiché da questo dipende anche la possibilità di permettersi un proprio nido con gli spazi necessari per l’arrivo di un bebè.

Anche la precarietà del lavoro è tiranna poiché spesso la necessità di entrambi i genitori di lavorare per avere un budget economico su cui poter contare, impedisce loro di poter stare a casa e seguire i figli. Inoltre va considerato un altro fattore non di poco conto, ovvero la mancanza di strutture adeguate a cui affidare i propri figli in modo da poter conciliare lavoro e famiglia, come i nidi o appositi spazi all’interno delle aziende stesse. Prima inoltre si poteva contare di più sull’aiuto dei nonni ma ad oggi, considerando anche il fatto che l’età per il pensionamento si è allungata, anche questo importante supporto sembra venir meno.

In passato la gravidanza era di gran lunga un fatto molto più naturale a differenza di oggi, dove invece diventa una decisione sicuramente molto più pensata e rimandata in attesa di maggior stabilità, anche per questo motivo l’età della prima gravidanza è slittata dai 29 ai 31 anni.

Le nascite negli ultimi anni hanno raggiunto i minimi storici dai tempi dell’Unità di Italia.

Poche nascite significano anche uno scarso ringiovanimento del Paese.

Altro fattore da considerare sono le visite necessarie durante la gravidanza; che si tratti anche di semplici visite di controllo, i costi vanno comunque a gravare sul budget della famiglia.

Il socio Ecomap a questo riguardo, può contare anche su un’altra importante prestazione ovvero il rimborso di visite mediche specialistiche, comprese quelle ginecologiche. Un piccolo aiuto che insieme al bonus bebè può di certo alleggerire le spese familiari.

Secondo il quadro demografico dell’Istat, nell’anno 2014 ci sono stati cinquemila neonati in meno rispetto all’anno precedente, e anche fra le mamme straniere, che contribuivano a mantener alto il livello di nascite del nostro paese, le gravidanze sono calate nettamente. Con poche nascite rimane ai minimi livelli anche il ricambio generazionale.

A livello geografico le regioni con il maggior tasso di natalità risultano essere il Trentino Alto Adige e la Campania. Agli ultimi posti si collocano invece Liguria e Sardegna.

 

In conclusione, prestazioni come quelle messe a disposizione dall’Ecomap possono sicuramente aiutare ad avere un minimo di stabilità in più a livello economico; l’obiettivo dell’Ente resta quello di offrire le migliori prestazioni ai soci in modo da garantire il massimo supporto non solo nei momenti più difficili, ma anche in quelli più gioiosi come appunto la nascita di un bebè.

Il socio può sempre contare su Ecomap, che da oltre 60 anni rappresenta un punto fermo per la categoria.